Putin, un anno dopo: consensi in calo, ma i russi lo rivoterebbero

Putin_DavosA un anno dalla sua rielezione a Presidente della Repubblica, un terzo dei russi ancora ritiene che quella di Vladimir Putin sia stata la scelta migliore: è questo l’esito di un sondaggio realizzato dall’Istituto Levada, centro studi indipendente che si occupa di analisi sociopolitiche in Russia. L’indagine, i cui risultati sono stati presentati ieri a Mosca, ha riguardato un campione di 1.600 persone, a cui è stato chiesto per chi voterebbero se le elezioni di un anno fa si tenessero domenica prossima: il 32 per cento ha espresso un’intenzione di voto a favore dell’attuale presidente, confermando però il trend negativo che ha visto ridurre il consenso per Putin di otto punti in otto mesi. Continua a leggere

Annunci

Medvedev contro l’omofobia in Russia. E Lady Gaga lo ringrazia via Twitter

Durante un’intervista televisiva trasmessa ieri sulle principali televisioni russe, il Primo Ministro Dmitrij Medvedev ha risposto a domande che hanno toccato molteplici argomenti, dall’attuazione delle riforme politiche alla legge che mette al bando le Ong straniere (che il premier ha difeso), dal recente siluramento del ministro della Difesa Serdjukov, verso il quale ha speso lodi (“ha lavorato bene”), fino alla controversa legge in discussione alla Duma per la messa al bando della “propaganda omosex” in Russia: tale strumento avrebbe come primo risultato quello di vietare manifestazioni come il Gay pride, di fatto allargando a livello federale le leggi approvate in alcune regioni russe, allo scopo di tutelare i minori dai rischi di una diffusione del “modello culturale gay” in Russia. Continua a leggere

Violenza negli stadi russi, Medvedev chiede una legge più repressiva

Il governo russo si appresta a varare una nuova e più severa normativa contro la violenza negli stadi, dopo che sabato scorso, in occasione del match tra la Dinamo Mosca e lo Zenit San Pietroburgo, il portiere moscovita Shunin è stato ferito ad un occhio dallo scoppio di un petardo lanciato dagli spalti dello stadio Khimki di Mosca, forse da una ragazza al seguito degli ultras dello Zenit. Un gesto che ha costretto il numero 1 della Dinamo a ricorrere alle cure ospedaliere e l’arbitro a sospendere la partita. E’ stato lo stesso premier Dmitrij Medvedev a spingere per una rapida approvazione della nuova legge: “Si è trattato di un’azione criminale, – ha ribadito il Primo Ministro – e per questo dobbiamo cambiare la legislazione attualmente in vigore per cercare di prevenire il ripetersi di questi orribili comportamenti e assicurare alla giustizia tutti coloro che si rendono protagonisti di simili atti di teppismo. Continua a leggere

Barack Obama rieletto alla Casa Bianca: le reazioni a Mosca

Vladimir Putin plaude alla conferma di Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti d’America: il leader russo ha inviato un telegramma di felicitazioni al suo omologo americano per congratularsi per la vittoria elettorale alle Presidenziali, in cui ha posto in evidenza i risultati raggiunti dalle relazioni russo-americane negli ultimi quattro anni. Putin, invitando Obama in Russia per il 2013 (invito al quale il presidente Usa ha subito risposto positivamente) ha espresso inoltre l’auspicio di una ulteriore cooperazione tra i due Paesi sia sull’agenda dei lavori bilaterale sia su tematiche di crisi che riguardano le varie aree del mondo, Siria in primis. “Felice per la rielezione di Obama” si è detto il premier Dmitrij Medvedev, che durante la sua presidenza, oltre ad apporre una storica firma sul Trattato START 2, aveva sviluppato con il presidente Usa un solido rapporto di amicizia, culminato nell’ormai famoso “vertice dell’hamburger“, così ribattezzato per il pranzo di lavoro tenuto in una paninoteca di Washington nel 2010. Continua a leggere