Approfondimenti

Idlib come il golfo del Tonchino
Il Conservatore, 7 aprile 2017

Il bombardamento con armi chimiche attribuito alle truppe di Assad ricorda per certi versi l’incidente navale di Tonchino del 1964, l’incipit della guerra del Vietnam. LEGGI

Il martire che fa comodo agli anti-Putin d’Europa
Il Conservatore, 28 marzo 2017

Aleksei Navalny, il blogger russo più amato dai governi occidentali, è solito farsi arrestare in favor di telecamera, così da suscitare una consistente eco mediatica all’estero. LEGGI

Perché Mosca non vuole annettere il Donbass
Il Conservatore, 4 marzo 2017

Contrariamente a quanto USA e UE affermano, alla Russia non interessa affatto occupare le regioni russofone dell’Ucraina orientale. LEGGI

Chi ha paura di Donald Trump?
Il Conservatore, 25 gennaio 2017

Gli USA verso una deriva autoritaria? Impossibile, grazie ai “pesi e contrappesi” del sistema costituzionale statunitense. LEGGI

Perché ora Erdogan guarda ai Balcani
Il Giornale, 21 luglio 2016

Attraverso il finanziamento di moschee e centri di culto islamico, la Turchia sta accrescendo la propria influenza sull’Europa ex ottomana. LEGGI

La guerra dei gasdotti e i due pesi dell’Ue
Il Giornale, 16 maggio 2016

Il gasdotto South affondato da Bruxelles per violazione delle norme antitrust, che però non vengono fatte valere per il TAP e il Nord Stream. LEGGI

L’amletico quesito sulla Crimea
Il Giornale, 1° aprile 2016

Sentenze, precedenti e paradossi difficilmente daranno risposta alla domanda se l’annessione russa è stata legittima oppure un illecito internazionale. LEGGI

Russia e Turchia: guerra per procura
Il Giornale, 31 marzo 2016

Oltre la Siria: dal Nagorno Karabakh all’Ucraina, ecco gli altri fronti caldi su cui Mosca e Ankara rischiano lo scontro. LEGGI

Quando Varsavia ha smesso di fare l’europeista
ISPI on line, 14 marzo 2016

La preoccupante crisi istituzionale esplosa in Polonia mette a nudo le fratture all’interno di un Paese in bilico tra conservatorismo ed integrazione con l’Unione europea, che il governo euroscettico non sembra affatto intenzionato a ricomporre. LEGGI

Quel pomo della discordia tra Russia e Cina
L’Indro, 7 gennaio 2016

Pechino ha aumentato la sua influenza economica sul Kazakhstan: grazie ad una serie di investimenti ora la Cina contende alla Russia quel ruolo che Mosca conservava in Asia centrale fin dalla fine dell’Urss. LEGGI

Perché Mosca teme la sfida energetica del Mar Caspio
L’Indro, 9 dicembre 2015

Un inedito asse energetico tra Azerbaijan, Turkmenistan ed Iran potrebbe aprire nuovi equilibri geopolitici ed alleanze strategiche sulle rive del bacino. LEGGI

Minsk e Ue alla ricerca di un reset
Affari Internazionali, 20 novembre 2015

La moratoria di quattro mesi sulle sanzioni alla Bielorussia è interpretabile come un primo tentativo di Bruxelles di avviare il dialogo con Lukashenko. LEGGI

L’Europa tra Tap e Turkish Stream
Affari Internazionali, 2 luglio 2015

Potrà esserci coesistenza pacifica tra il gasdotto azero con sbocco in Italia e quello russo-turco con destinazione Grecia, o il Vecchio Continente sarà oggetto di una guerra energetica? LEGGI

Il sogno proibito di Tirana
Affari Internazionali, 20 maggio 2015

Il premier albanese ritiene inevitabile l’unificazione con il Kosovo: sulla fragile stabilità dei Balcani si staglia inquietante l’ombra della “Grande Albania”. LEGGI

Lotte di potere sul Caucaso
Affari Internazionali, 13 aprile 2015

Le indagini sulla morte di Nemtsov, indirizzate subito verso la pista cecena, lasciano ipotizzare che il FSB non tollera più le malefatte di Ramzan Kadyrov. LEGGI

La rinascita politica di Lukashenko
Intervento a “Nessun luogo è lontano” su Radio24, 27 agosto 2014

Il vertice di Minsk e l’inedito ruolo di paciere assunto dalla Bielorussia nella crisi tra Russia e Ucraina: Alessandro Ronga ne parla a “Nessun luogo è lontano” programma in diretta su Radio 24 condotto da Giampaolo Musumeci. ASCOLTA

Il costo della Crimea secondo Obama
L’Opinione, 18 marzo 2014

Una frase, di per sè insignificante, pronunciata dal presidente Usa potrebbe aver dato a Putin il via libera per l’annessione della Crimea. LEGGI

L’Ucraina russofona che non vuole l’Ue
L’Opinione, 7 febbraio 2014

Bacino carbonifero del Donbass, tra orgoglio russofono e paure europee: viaggio tra gli ucraini che vogliono stare con Mosca. E che per farlo, sono pronti anche alla secessione. LEGGI

LEVANTE / La Siria e lo spirito di Tonchino
Il Punto.it del 13 settembre 2013

La guerra del Vietnam divampò grazie ad un “casus belli” appositamente creato. Accadrà lo stesso anche per giustificare un intervento armato internazionale contro la Siria?

LEVANTE / Isinbayeva, salto con l’omofobia
Il Punto.it del 5 settembre 2013

Mondiali di Atletica al veleno per una dichiarazione-shock della campionessa russa, che ha provocato sdegno da parte delle associazioni gay di tutto il mondo e spostato l’attenzione sul delicato tema dei diritti negati alle coppie omosex in Russia.

Futuro fosco per la tigre kazaka
Affari Internazionali, 22 agosto 2013

Dopo anni di crescita economica sfrenata, le previsioni di crescita per il Kazakhstan sono negative. E ciò crea apprensione nei palazzi del potere di Astana. LEGGI

LEVANTE / La nota stonata di J. Lo
Il Punto.it del 2 agosto 2013

Un’organizzazione non governativa americana contesta alla pop-star la frequente partecipazione, dietro compensi milionari, a show in onore di leader politici responsabili di violazioni dei diritti umani.

LEVANTE / Quel che so di un certo Paese
Il Punto.it del 26 luglio 2013

Vicende note e meno note di una nazione da più di un mese al centro del dibattito politico italiano, grazie ad un pasticciaccio diplomatico made in Italy.

La nuova frontiera del gas passa per l’Ucraina
Il Punto.it del 26 luglio 2013

Un gigantesco giacimento di gas di scisto nel sud-ovest del Paese sta calamitando interessi da mezzo mondo: Kiev da acquirente potrebbe a breve diventare uno dei massimi esportatori d’Europa. LEGGI

LEVANTE / Fifa 2018, la regola della tangente?
Il Punto.it del 19 luglio 2013

Il Cremlino teme uno “scenario brasiliano” in occasione del Mondiale 2018 in Russia, e vara una task force anti-corruzione che prevederà l’impiego perfino dei servizi segreti.

Khodorkovsky: delitto, castigo e resurrezione
Il Punto.it del 9 luglio 2013

Un passato da spregiudicato boss del petrolio, un presente da semplice detenuto, un futuro da leader dell’opposizione: ascesa, caduta e (possibile) rinascita di Mikhail Khodorkovsky, l’avversario politico che Vladimir Putin teme più di ogni altro. LEGGI

Spie come loro
Il Punto.it del 12 giugno 2013

Viaggio nelle epiche battaglie tra 007 che costellarono gli anni della Guerra Fredda: storie di soldati che combatterono in un conflitto mai scoppiato. LEGGI

I misteri di Boston
Il Punto n.21 del 24 maggio 2013

Un attentato. Due immigrati caucasici ben integrati. La superficialità nelle indagini. Un viaggio misterioso. Le ingerenze saudite. Non è un thriller di fantapolitica, ma ciò che si cela dietro la strage alla maratona dello scorso aprile. LEGGI

Cadaveri eccellenti
Il Punto n.20 del 17 maggio 2013

Da Litvinenko a Berezovskij, passando per i casi Politkovskaja e Magnitiskij: una serie di misteriose morti scuote la Gran Bretagna, il principale centro di potere degli oligarchi russi in Occidente. Londongrad “noir”: la lunga scia di sangue che lega Mosca e la capitale del Regno Unito. LEGGI

Kazakhstan, tra boom e bluff
Il Punto n.18 del 26 aprile 2013

Libertà d’impresa e autoritarismo politico, ricchezza smodata e rivendicazioni sociali, crescita economica e rischi di crisi in agguato: le mille contraddizioni del Paese ex sovietico, che sta scalando le classifiche mondiali del business. LEGGI

I banchieri dello Zar
Il Punto n.17 del 19 aprile 2013

In principio furono gas e petrolio, oggi i muscoli di Mosca hanno le forme del credito. Viaggio nel sistema bancario russo, dove il denaro assume anche un ruolo geopolitico. LEGGI

L’anima nera della Corea rossa
Affari Internazionali, 17 aprile 2013

Secondo un analista statunitense, l’ultimo bastione dello stalinismo sarebbe in realtà un regime fondato su di un culto della superiorità della razza, in molti aspetti simile al nazismo. LEGGI

La mina creditizia
Il Punto n.8 del 21 febbraio 2013

Non si tratta di una nuova arma in dotazione alle forze armate russe, bensì del rischio-esplosione di una bolla finanziaria gonfiatasi per l’eccessivo impiego del credito al consumo nelle vendite al dettaglio. LEGGI

La malattia del potere
Il Punto n.49 del 7 dicembre 2012

Dai malanni della gerontocrazia sovietica ai problemi cardiaci di Eltsin, fino al mistero sulla salute di Putin: in Russia la condizione fisica dei leader continua ad essere una questione di Stato. LEGGI

Rose sfiorite
Il Punto n.42 del 19 ottobre 2012

La disfatta dei partiti di governo alle elezioni politiche del 1° ottobre scorso segna forse la fine della Rivoluzione delle Rose, l’ambizioso progetto di occidenztalizzazione della Georgia voluto dal presidente Saakashvili, che ora vede seriamente a rischio la sua rielezione tra un anno. LEGGI

Social Russia
Il Punto n.41 del 12 ottobre 2012

Sempre più cittadini russi si connettono ai social network e il loro numero è destinato ad aumentare nei prossimi anni. Ciò vuol dire una ghiotta opportunità di business per Twitter e Facebook, che però devono fare i conti con l’inattesa concorrenza interna. LEGGI

Note di dissenso
Il Punto n.36 del 7 settembre 2012

La condanna per vilipendio inflitta alle Pussy Riot riapre il dibattito sui diritti civili in Russia: Usa e Ue parlano di sentenza politica, Mosca ribatte denunciando ingerenze occidentali attraverso le organizzazioni non governative. LEGGI

La guerra “per procura”
Il Punto n.29 del 20 luglio 2012

Stati Uniti e Russia sono ormai i padrini delle parti in lotta in Siria, dove tornano le vecchie logiche che hanno caratterizzato lo scontro tra le due superpotenze nella seconda parte del Novecento. LEGGI

Intrigo presidenziale
Il Punto n.27 del 6 luglio 2012

Un giro di corruzione, un giovane avvocato morto in carcere, un complotto dei servizi segreti: non è la trama di un thriller, bensì una vicenda che dalla Russia può condizionare l’elezione del prossimo presidente degli Stati Uniti. LEGGI

Sfide sottomarine
Il Punto n.25 del 22 giugno 2012

Nuovo terreno di conquista per Usa e Russia sono ora gli abissi marini e gli enormi tesori sommersi costituiti dalle risorse minerarie ed energetiche. E in questa moderna corsa all’oro l’Italia gioca un ruolo determinante. LEGGI

L’ombra di Yulia
Il Punto n.20 del 18 maggio 2012

L’Europeo di calcio a rischio flop per gli attriti internazionali sul caso Timoshenko, l’ex premier che, dopo la condannata a sette anni di carcere, denuncia di essere vittima di un complotto. Che forse c’è stato davvero. LEGGI

Paradossi d’Estonia
Il Punto n.16 del 20 aprile 2012

In una nazione modello di democrazia e di libertà politica, la minoranza russofona non ha diritto di cittadinanza nè di voto, mentre l’estrema destra può celebrare come eroi i soldati di Hitler che combatterono contro l’Armata Rossa. LEGGI

Putin atto terzo
Il Punto n.11 del 15 marzo 2012

Le poche certezze del dopo-elezioni in Russia riguardano il solo campo dell’economia, mentre restano numerose le incognite su come, quando e se verranno attuate le riforme politiche chieste dalla piazza. Con una domanda: riuscirà quest’ultima a trasformarsi in una futura forza di governo? LEGGI

Piazza russa
Il Punto n.8 del 24 febbraio 2012

Indipendentemente da chi diventerà il nuovo Capo dello Stato, la campagna elettorale per le presidenziali russe ha visto l’emergere di una società civile con tanta voglia di partecipare alle decisioni politiche che la riguardano. LEGGI

Putin contro tutti
Il Punto n.6 del 10 febbraio 2012

Se sarà eletto nuovamente presidente, Vladimir Putin tornerà a governare una Russia dove i cittadini hanno acquisito consapevolezza dei propri diritti e non sono più disposti a firmare cambiali in bianco in favore dei politici: lo dimostrano le manifestazioni di piazza che si susseguono dalla fine del 2011. LEGGI

Il Federalismo nella Russia post-sovietica
Intervento a Zeppelin – Radio 2 RAI, 28 aprile 2011

Il Federalismo può essere una soluzione per gestire una società sempre più complessa? Alessandro Ronga ne discute su Radio Due a Zeppelin, programma condotto da Paolo Mazzucato e Valentina Bergonzi con la partecipazione di Francesco Palermo, direttore dell’Istituto per lo Studio del Federalismo e del Regionalismo dell`EURAC. ASCOLTA

Incubo nucleare
Il Punto n.5 del 24 febbraio 2011

Gli ambientalisti lanciano l’allarme: un gigantesco deposito di scorie radioattive rischia di contaminare le regioni sud-orientali dell’Ucraina. Le autorità minimizzano, ma alcuni scienziati confermano: lì c’è una bomba ecologica pronta ad esplodere. LEGGI

Cosa ne sarà dello START 2?
Il Punto n.49 del 3 dicembre 2010

La sconfitta di Obama alla tornata di medio-termine mette a rischio la ratifica dello storico accordo sulla riduzione delle testate nucleari: è proprio sulla politica estera che i repubblicani vogliono mettere in difficoltà la Casa Bianca, per indebolire il presidente in vista delle elezioni del 2012. LEGGI

E la Jugoslavia finì nel pallone
Il Punto n.46 del 12 novembre 2010

Negli anni Ottanta la violenza negli stadi costituì il prologo della guerra dei primi anni Novanta. Oggi gli hooligans serbi hanno sposato la causa del conservatorismo e dell’antieuropeismo, e hanno eletto a loro nemico il presidente Boris Tadic. LEGGI

Cosa è successo a Smolensk?
Il Punto n.43 del 22 ottobre 2010

A sei mesi dall’incidente in cui morì il presidente polacco Lech Kaczynski non c’è ancora chiarezza sulle cause. Dall’indagine è emerso un inquietante scenario di disservizi e ineguatezze tecniche, pressioni psicologiche e carenze amministrative. LEGGI

Anna Politkovskaja: il ricordo quattro anni dopo
Il Fatto Quotidiano, 7 ottobre 2010

Era il 7 ottobre del 2006 quando Anna Politkovskaja, giornalista della Novaja Gazeta, fu uccisa da un killer appena fuori al palazzo dove viveva: oggi proprio in quella via di Mosca si è tenuta una breve manifestazione, con amici e colleghi della giornalista, per ricordare la sua figura e chiedere che le venga resa giustizia. LEGGI

Morte sospetta di una voce scomoda
Il Punto n.39 del 30 settembre 2010

Oleg Bjabenin, fondatore di un importante sito d’informazione bielorusso è stato trovato impiccato nella sua casa di Minsk: per le autorità si tratta di suicidio, ma i suoi colleghi parlano di omicidio voluto da un regime ormai al crepuscolo. LEGGI

La lotta per l’energia lacera l’Asia centrale
Affari Internazionali, 24 settembre 2010

Una nuova centrale idroelettrica kirghiza rischia di peggiorare le già pessime relazioni di vicinato con l’Uzbekistan, preoccupato per i possibili contraccolpi che l’infrastruttura idroelettrica potrà avere sulle coltivazioni di cotone nella confinante Valle di Fergana, alimentate da fiumi che nascono in Kirghizistan. LEGGI

Riuscirà l’Ue a riconquistare Varsavia?
Il Punto n.31 del 5 agosto 2010

L’alto consenso ottenuto dall’antieuropeista Jaroslaw Kaczynski alle elezioni presidenziali dimostra che in Polonia l’euroscetticismo è ancora forte: al neopresidente Komorowski e al premier Tusk il compito di creare fiducia verso le istituzioni comunitarie, nella tappa finale verso l’euro. LEGGI

La miccia etnica brucia verso la polveriera kirghiza
Affari Internazionali, 3 agosto 2010

Il nuovo potere kirghizo dovrà lavorare sodo per riprendere il controllo le regioni meridionali, dove continuano ad essere commessi gravi abusi da parte della polizia e delle forze di sicurezza contro la minoranza uzbeka. LEGGI

Kirghizistan, tornano i fantasmi dell’odio etnico
Il Punto n.27 del 2 luglio 2010

Nella primavera 1990 la città di Osh fu teatro di violentissimi scontri tra i kirghizi e la minoranza uzbeka: esattamente vent’anni dopo, le persecuzioni scatenatesi contro gli uzbeki hanno fatto rivivere al paese centroasiatico quei tragici giorni. LEGGI

L’infanzia violata inquieta la Russia
Il Punto n.24 del 9 giugno 2010

Adozioni troppo facili, violenze sui minori, crisi demografica: in Russia un presente di disagi per i bambini, mentre le richieste di adozione provenienti dagli Usa sono sempre più numerose. LEGGI

Le Rivoluzioni dei Fiori appassiscono
Il Punto n.19 del 7 maggio 2010

Jushenko pesantemente sconfitto in Ucraina, Saakashvili indebolito in Georgia e Bakiev cacciato a furor di popolo dal Kirghizstan: il triste crepuscolo delle “Rivoluzioni colorate” cambia nettamente gli equilibri di forza nello scacchiere dell’ex Unione Sovietica. LEGGI

Il santuario violato dai kamikaze
Il Punto n.15 dell’ 8 aprile 2010

L’attacco terroristico che il 29 marzo 2010 ha colpito Mosca al cuore aveva un obiettivo ben preciso: i servizi segreti, la polizia e l’esercito, simboli della guerra al fondamentalismo islamico su cui Putin ha costruito la nuova potenza militare russa. LEGGI