Cipro nuovo avamposto militare russo nel Mediterraneo?

Russian_naval_forcesCipro e Russia hanno siglato mercoledì un accordo logistico che consentirà alle navi della marina russa di effettuare scali tecnici nei porti dell’Isola, dove peraltro già sono attive basi navali britanniche. L’intesa stata annunciata al termine della visita del presidente cipriota Nikos Anastasiades a Mosca: Putin, che ha incontrato il suo omologo nella sua dacia di Novo-Ogarëvo, ha voluto precisare che l’accordo con Nicosia riguarda le navi militari russe impegnate nella lotta alla pirateria e al terrorismo, e pertanto non è diretta contro alcuno Stato terzo. «I nostri rapporti amichevoli non sono rivolti verso nessuno – ha dichiarato il leader russo – e non penso che ciò possa generare preoccupazioni altrove». Per gli scali tecnici della propria flotta, Mosca ha richiesto l’utilizzo di numerosi porti in varie parti del mondo: in realtà la marina russa effettuava già tappa a Limassol, ma il nuovo accordo punta a creare basi legali più solide per questa consolidata usanza. E gli accordi militari tra Cipro e Russia potrebbero non fermarsi qui: intervistato dall’agenzia TASS prima del suo viaggio a Mosca, il presidente cipriota Anastasiades ha parlato di un possibile accordo con la Russia per la concessione anche di una base aerea vicino a Paphos, che potrebbe essere utilizzata da aerei russi impegnati in missioni umanitarie.

Annunci