Putin minaccia misure protezionistiche e fa arrabbiare il WTO

A neanche un anno dall’ingresso nell’ Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), la Russia potrebbe introdurre misure protezionistiche in sostegno del settore manifatturiero locale: è stato lo stesso Vladimir Putin ad annunciarlo dinanzi ad una platea di investitori internazionali, accorsi all’annuale Forum economico per gli investimenti in Russia organizzato a Mosca dal colosso bancario VTB. Si tratterà – ha specificato il leader russo – di misure “non dissimili” da quelle adottate da altre nazioni per tutelare la loro manifattura da un mercato globale sempre più “oscuro e subdolo”. Non sono state poche le perplessità suscitate tra i membri del WTO dalla dichiarazione di Putin, che ha poi voluto gettare acqua sul fuoco puntualizzando che tali misure saranno in linea con i dettami imposte dall’Organizzazione ai paesi aderenti, non risparmiando loro le accuse di manovrare il WTO a vantaggio ai propri prodotti. Continua a leggere

Siglato l’accordo, la Russia entra nel WTO

Il ministro dello Sviluppo Economico russo Elvira Nabiullina e il Direttore Generale del WTO Pascal Lamy hanno siglato questa sera il protocollo d’intesa che ufficialmente ammette Mosca nell’Organizzazione Mondiale del Commercio. Termina dunque il lungo viaggio della Russia verso il WTO, che avanzò per la prima volta la sua candidatura a diventare membro dell’organizzazione che regola il commercio mondiale nel 1993: in 18 anni l’economia russa ha dovuto affrontare gli innumerevoli Continua a leggere

Via libera all’ingresso della Russia nel WTO

Semaforo verde per la Russia nel WTO: il veto che la Georgia aveva posto sull’ingresso di Mosca nell’Organizzazione Mondiale per il Commercio è stato ritirato, dopo che le diplomazie dei due Paesi oggi a Ginevra hanno trovato l’accordo sul pattugliamento dei confini di Abkhazia e Ossezia del Sud. Il veto aveva infatti motivazioni politiche più che economiche: Continua a leggere