Putin propone un’Area Schengen euroasiatica

Vladimir Putin

Complice la crisi, il potere economico mondiale si sta sempre più spostando verso Oriente. Vladimir Putin, che ha esordito martedì come editorialista sul quotidiano Izvestija, pensa bene di cavalcare questo trend attraverso la creazione di un nuovo asse internazionale tra l’Europa, l’Asia e il Pacifico: il premier russo ha proposto un allargamento dell’attuale unione doganale tra Russia, Bielorussia e Kazakhstan agli altri paesi dell’ex spazio sovietico, finalizzata a creare “una potente unione sovranazionale capace di diventare un polo nel mondo moderno, e al tempo stesso un efficace collegamento Continua a leggere