Gas russo all’Europa, Mosca ci riprova con il progetto “Poseidon”

GasdottoIn principio fu South Stream, il gasdotto che avrebbe dovuto bypassare l’Ucraina e portare in Europa il gas del Caucaso russo prima di arenarsi sui cavilli antitrust del Terzo Pacchetto Energia dell’Ue. Poi è arrivato Turkish Stream, e ad affondarlo ci hanno pensato due F-16 turchi quando a novembre hanno abbattuto un Sukhoi SU-24 russo. Ora il gigante energetico russo Gazprom ci riprova, annunciando la stipula di un memorandum d’intesa firmato ieri a Roma con la Edison e la greca DEPA per la realizzazione di una nuova rotta del gas sotto il Mar Nero (dove sarebbero già dovuti transitare i due predecessori sopra citati), in direzione Europa: il gas giungerà in Grecia attraverso un non ben precisato “territorio terzo” e dalla Grecia verrà quindi trasportato in Italia, con lo scopo di dar vita finalmente alla Rotta-Sud per le forniture all’Europa meridionale. Resta solo da capire quale sarà questo terzo territorio dove transiteranno le condotte provenienti dal Mar Nero. Continua a leggere

Dalla guerra delle sanzioni tra Ue e Russia gode l’Azerbaijan

gas-flameChi prenderà il posto di Mosca come fornitore di gas dell’Europa? I giorni immediatamente successivi allo stop imposto da Mosca alla costruzione del gasdotto South Stream, forse la più grave delle conseguenze del braccio di ferro tra Russia e Ue, sono stati caratterizzati da un susseguirsi di domande come questa, la cui risposta è sembrata essere univoca: l’Azerbaijan. Il rapporto tra Bruxelles e Baku non è mai stato idilliaco, per vicende sia storiche che d’attualità riguardanti il vicino armeno, ma anche per questioni relative al pugno di ferro con cui il presidente Aliev guida il Paese da più di dieci anni: ma considerate le temperature polari che il termometro euro-russo segna da un po’, i governi europei sembrano aver compreso la necessità di avvalersi delle risorse energetiche del Mar Caspio, per evitare che quel “grande freddo” si sposti dalla metafora politica alla cruda realtà. Continua a leggere