“Diplomatico russo picchiato dalla polizia olandese”, tensione tra Mosca e L’Aja

E’ altissima la tensione tra la Russia e l’Olanda, dopo che il consigliere diplomatico dell’ Ambasciata russa all’Aja, Dmitrij Borodin, ha dichiarato di essere stato fermato e malmenato da agenti della polizia olandese. Mosca ha chiesto immediate spiegazioni all’ambasciatore olandese Van Dartel, riservandosi di adottare adeguate ritorsioni nei confronti dell’Olanda: il Ministero degli Esteri accusa infatti gli agenti olandesi di aver violato la Convenzione di Vienna del 1961, che proibisce qualsiasi operazione di polizia nei confronti della dimora di un diplomatico. Stando a quanto riferito da Borodin, sabato scorso invece alcuni poliziotti avrebbero fatto irruzione nella sua abitazione privata “senza motivo”, mentre per la polizia dell’Aja sarebbero “intervenuti su segnalazione dei vicini che hanno denunciato una serie di violenze domestiche”. Continua a leggere

L’Ucraina nuova superpotenza energetica grazie al gas di scisto?

Da Cenerentola da anni vessata dalla “sorellastra” Russia, l’Ucraina potrebbe diventare un’ambìta principessa dell’energia: se il gas di scisto, la nuova fonte energetica derivante dalle argille su cui si stanno concentrando gli studi e le ricerche degli scienziati di mezzo mondo, dovesse essere riconosciuto come un degno contraltare al gas metano estratto da giacimenti naturali, Kiev potrebbe diventare una nuova superpotenza energetica continentale. Il governo ucraino ha annunciato di voler portare ai massimi livelli di utilizzo gli enormi giacimenti nella zona di Juzovskij (riserve stimate per 4mila miliardi di metri cubi di gas), a poca distanza dalle città di Donetsk e Kharkiv (Ucraina occidentale), che sono già diventati oggetto di attenzioni di multinazionali del petrolio straniere come l’olandese Royal Dutch Shell, che a fine gennaio ha sigliato un accordo da 10 miliardi di dolllari per il loro sfruttamento. Continua a leggere