Da Oslo a Tallin: lo spettro nero che infesta l’Europa

Un raduno di veterani della Divisione estone delle SS si è tenuto ieri in Estonia, con tanto di autorizzazione delle autorità e partecipazione di alcuni alti dirigenti dell’Unione della Patria, partito conservatore attualmente al potere: un’iniziativa che ha provocato sdegno e proteste nella repubblica baltica e non solo, soprattutto perchè arriva al termine di una settimana in cui l’Europa, dopo la strage di Oslo del 22 luglio, ha improvvisamente scoperto l’esistenza di un cancro nazista nel proprio ventre. Gruppi di attivisti antifascisti, che cercavano di impedire lo svolgimento della manifestazione, hanno denunciato di essere stati malmenati dalla polizia schierata in difesa degli ex soldati di Hitler. Continua a leggere