Il Fmi contesta le stime di Mosca: “Il tasso d’inflazione non calerà”

RubliIl Fondo Monetario Internazionale ritiene che il governo russo non riuscirà a centrare l’obiettivo di portare entro il 2014 il tasso d’inflazione annuo tra il 4 e il 5%: al contrario, il dato calcolato per i prossimi due anni dagli analisti del Fmi non calerà al di sotto di quel 6% che Mosca stima di ottenere per il 2013. La Russia si era posta come obiettivo un’ulteriore riduzione di 1-2 punti percentuali entro i successivi 12 mesi, che però la struttura diretta da Christine Lagarde ritiene impossibile da raggiungere, a meno che la Banca Centrale russa non scelga di adottare una politica monetaria più rigida che in passato. Continua a leggere

Russia, l’inflazione scende ai minimi storici

Il nuovo anno si è aperto con una lieta sorpresa per i russi: con un incremento di appena il 6,1 per cento rispetto al 2010, la crescita annua dell’inflazione si è inaspettatamente rivelata inferiore a quanto gli economisti e i tecnici del governo avessero stimato. Mai, dal 1991, l’inflazione era stata così bassa e, ironia della Storia, questo risultato giunge esattamente a vent’anni dall’avvio della discutibile shock-therapy imposta dal Fmi alla Russia post-comunista, Continua a leggere

Il FMI: l’economia russa sta uscendo dalla crisi

La sede del FMI a Washington

L’economia russa è in via di guarigione dopo il crollo di due anni fa, dovuto alla crisi mondiale: è la stima del Fondo Monetario Internazionale presentata oggi a Washington durante l’annuale Tavolo dei Direttori. Secondo il FMI, Mosca è ormai prossima ad uscire dalla crisi economica, tuttavia i suoi indicatori di crescita potrebbero essere ulteriormente migliorati: nel dettaglio, la Russia registra una crescita ancora modesta, nonostante le grandi potenzialità dovute alle materie prime Continua a leggere