Russia, gli incentivi alle start-up non fermano le cessazioni d’impresa

Uno studio condotto dalla Camera di Civica di Russia ha rivelato che solo il 3,4 per cento delle piccole e medie imprese create in Russia riesce a superare i tre anni di vita: ben il 96,6 per cento è destinato a cessare in meno di 36 mesi dall’avvio. La ricerca è stata presentata da Dmitrj Sazonov, presidente della Commissione camerale per lo sviluppo della piccole e media imprenditoria, nel corso di un’audizione sulla efficacia degli incentivi statali per tali attività: dal rapporto di Sazonov, questi ultimi sono risultati effettivamente essere un efficace rimedio all’elevato tasso di mortalità delle aziende: secondo dati del Ministero dello Sviluppo Economico, il 90 per cento delle Pmi che ha beneficiato dei sussidi statali è poi riuscita a superare la fatidica soglia dei tre anni di attività. Il sistema russo degli incentivi pubblici sembra dunque funzionare, se non fosse per un problema non da poco: le agevolazioni sono troppo di difficile accesso. Continua a leggere