Il ritorno di Gorbaciov: “La fine dell’Urss? Non è stata una mia colpa”

“Avevo visto la necessità di attuare una decentralizzazione ed una modernizzazione dell’Urss, ed ero comunque per mantenere in vita l’Unione. I vari tentativi di considerare me la causa del collasso sovietico sono un qualcosa di irresponsabile, infondato e disonesto”. Con queste dure parole, pronunciate durante un incontro organizzato sabato a Mosca dall’agenzia di stampa russa RIA Novosti, l’ultimo presidente dell’Urss Michail Sergeevic Gorbaciov ha commentato gli eventi storici che lo videro protagonista tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta. “Posso definire la mia carriera politica un successo – ha continuato Gorbaciov -, e quando parlo di carriera intendo ciò nel senso vero del termine, non in quello che può attribuirgli un uomo in carriera, che non sono mai stato”.  Nel suo primo intervento in pubblico dopo molti anni, il leader della perestrojka ha ricordato la sua vita da funzionario comunista all’interno dell’Urss, Continua a leggere

Da Putin ai comunisti, Gorbaciov attacca tutti

Michail Gorbaciov

Nuovo capitolo nei rapporti, ormai deteriorati, tra l’ex presidente sovietico Michail Gorbaciov e Vladimir Putin: in un’intervista rilasciata all’emittente radiofonica Echo Moskvy, l’uomo della perestrojka ha criticato duramente l’attuale leadership russa ed in particolare il premier russo, accusando quest’ultimo di avere interesse solo a preservare il proprio potere personale. Gorbaciov ha posto la questione di una Russia che necessita di riforme economiche e politiche da attuare nei prossimi cinque anni. Un percorso che, secondo l’ex segretario del Pcus Continua a leggere