Monti a Putin: “A breve un vertice tra Italia e Russia”

Se durante il governo Berlusconi le relazioni tra Roma e Mosca erano state sintonizzate sulla “politica della pacca sulla spalla”, oggi il governo Monti opta invece per un approccio più istituzionale: mentre Berlusconi ha preferito recarsi di persona in Russia per complimentarsi con l’amico Putin, Mario Monti ha scelto di congratularsi con il neo-eletto presidente russo con una semplice lettera, nella quale ha espresso l’auspicio di un prossimo incontro con il nuovo establishment russo. Continua a leggere

Rubygate e cene di Arcore in un servizio della Tv russa

Raissa Skorkina e Silvio Berlusconi

Il canale televisivo russo RT ha incontrato Raissa Skorkina, giovane modella russa il cui nome è comparso nelle intercettazioni sulle presunte feste hard a casa di Silvio Berlusconi. Ma nella lunga intervista la bionda Raissa respinge ogni accusa e traccia un ritratto immacolato del premier italiano, a cui si sente legata da un amore  platonico: “Io e Silvio? Continua a leggere

Berlusconi: “Ho salvato la Georgia dall’invasione”

Tank russi in Georgia

Tank russi in Georgia (fonte: AP)

Nel corso della sua replica al Senato sulla mozione di sfiducia al governo, Silvio Berlusconi ha rivendicato a sè il merito di aver evitato lo scoppio di una guerra tra la Georgia e la Russia nel 2008, durante la crisi legata all’attacco georgiano all’Ossezia del Sud.
In particolare, Berlusconi ha dichiarato di aver fermato Putin prima che  ordinasse l’invasione della Georgia, e ha rivelato di aver evitato che il presidente Saakhasvili venisse ucciso: “Putin mi aveva rivelato le sue intenzioni di attaccare Tbilisi: voleva letteralmente appendere per il collo Saakhasvili. Se ciò fosse accaduto, sarebbe stata la guerra tra Russia ed Occidente – ha evidenziato il premier italiano – ed è merito mio se le cose sono andate diversamente”.

In realtà nel 2008 l’invasione russa della Georgia ci fu: dopo l’attacco ordinato da Saakhasvili all’Ossezia del Sud, repubblica separatista filorussa, i tank di Mosca entrarono in territorio georgiano e iniziarono a marciare verso Tbilisi, mentre i jet dell’aviazione martellarono per giorni le principali città della Georgia, inclusa la capitale. L’intervento dell’Onu e della diplomazia Ue  ed americana impedì che l’armata russa giungesse effettivamente  a prendere Tbilisi.

Piuttosto, è la prima volta che viene reso noto un aspetto inedito e così grave relativamente alla guerra dell’agosto 2008: Saakhasvili ha sempre dichiarato di essere nel mirino di Mosca, ma non si era mai saputo dell’intenzione russa di assassinare il presidente georgiano.

Vedi anche:
“La Russia voleva attaccare la Georgia già nel 2006”

Putin a Berlusconi: “Silvio, prendiamoci una vacanza”

Putin e Berlusconi a Milano

Vladimir Putin e Silvio Berlusconi

Siparietto questa sera tra il premier russo Vladimir Putin e Silvio Berlusconi, nel vertice a due nella dacia di Novo-Ogarëvo: il premier russo ha proposto a Berlusconi una breve vacanza per riprendersi dalle fatiche degli ultimi mesi.

Tutto è nato dal discorso tenuto da Berlusconi al Forum di Politica Globale in corso oggi a Jaroslav, in cui il Presidente del Consiglio aveva parlato del suo progetto di finanziare un istituto di ricerca, dove possano essere sviluppati studi in grado di portare la vita umana fino a 120 anni.

“Secondo te, noi due saremo premier… fino a 120 anni?”, ha scherzato Putin.
“Impossibile, – ha risposto Berlusconi – fare il primo ministro è stancante. Tu non ci crederai, ma quest’anno non ho fatto un solo giorno di vacanza (in realtà il premier italiano ha trascorso ad agosto alcuni giorni di riposo tra Arcore e Porto Rotondo, ndr). E penso che anche tu abbia avuto pochi giorni per riposarti”.
“Allora, propongo di prenderci un paio di giorni di vacanza insieme”, ha ribattuto ridendo Putin.