L’Accordo di Associazione Ucraina-Ue sarà in vigore solo dal 2016

Ukraine_EUL’entrata in vigore dell’Accordo di Associazione e Libero Scambio tra Ue e Ucraina, sottoscritto a luglio e già ratificato dal Parlamento ucraino, è stata ufficialmente posticipata di un anno: lo conferma il Consiglio dell’Unione Europea in un comunicato stampa. «A seguito di consultazioni con la controparte ucraina e nell’ambito degli sforzi globali verso un più ampio processo di pace in Ucraina, – si legge nel comunicato – il Consiglio ha modificato il calendario per l’applicazione transitoria di parti dell’Accordo di Associazione UE-Ucraina. La decisione posticipa al 1° gennaio 2016 l’applicazione transitoria del titolo dell’Accordo sul commercio e questioni connesse, compresa la creazione di una zona di libero scambio. Allo stesso tempo, questa decisione apre la strada all’applicazione transitoria di gran parte del resto del trattato a decorrere dal 1° novembre. Continua a leggere

L’Ucraina “Paese associato” all’Ue, tra dubbi e costi elevati

Van Rompuy con PoroshenkoLo scorso autunno, quando ancora Yanukovic era saldamente al potere e piazza Maidan era solo toponomastica, una divertente vignetta apparsa sul Moscow Times (quotidiano russo spesso molto critico verso il Cremlino) rappresentava l’Ucraina nei panni di una Cappuccetto Rosso che, intenta a sfuggire all’Orso-Russia entrava in una casupola con la bandiera dell’Ue, dove ad attenderla c’era però il Lupo Cattivo: un’indovinata metafora per descrivere in modo significativo le incognite che gravavano e gravano su Kiev, ora che il presidente Poroshenko ha firmato l’Accordo di Associazione all’Area di Libero Scambio con l’Ue, pomo della discordia all’origine della crisi nell’ex Repubblica sovietica. Al di là delle frasi di circostanza espresse dal Presidente uscente della Commissione Europea Barroso, che ha definito l’accordo “storico”, tra gli addetti ai lavori serpeggia infatti l’incertezza sulle reali capacità dell’Ucraina di rispettare a pieno la roadmap che dovrebbe portarla, un giorno, a far parte dell’Unione Europea, di cui l’Area di Libero Scambio è soltanto l’anticamera. Continua a leggere

Dal 27 giugno la Georgia sarà ufficialmente “nazione associata” all’Ue

Irakli GaribashviliL’Accordo di Associazione e Libero Scambio tra la Georgia e l’Unione Europea verrà siglato a Bruxelles il prossimo 27 giugno: lo ha annunciato il premier Irakli Garibashvili in occasione della visita a Tbilisi del presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy. Un annuncio che arriva un po’ a sorpresa, dato che i rappresentanti del governo georgiano avevano in precedenza ipotizzato che la conclusione delle trattative sarebbe potuta avvenire in autunno. “La firma dell’accordo – ha sottolineato Garibashvili – è molto importante per la Georgia, ed avvierà un processo irreversibile per  il nostro ingresso effettivo nell’Ue”. E in vista ormai della firma, Bruxelles ha già stanziato aiuti economici per 30 milioni di euro in favore della repubblica caucasica Continua a leggere