La Transnistria teme un attacco congiunto da Ucraina e Moldavia

Transnistria-map-2-itLa recente nomina di Mikheil Saakashvili a governatore della Regione di Odessa potrebbe essere il preludio ad una possibile invasione della Transnistria, repubblica indipendentista incastonata tra l’Ucraina e la Moldavia, da parte delle forze armate dei due Paesi vicini. Lo riporta il giornale tedesco Die Tageszeitung, secondo il quale gli oppositori anti-Maidan di Odessa ritengono che l’arrivo al potere dell’ex presidente georgiano, amico ed ex consulente di quello ucraino Poroshenko, rappresenti l’intenzione dell’Ucraina di aprire un nuovo fronte di guerra. Ad alzare la tensione è proprio il passato di Saakashvili, che da presidente della Georgia nell’agosto 2008 attaccò le repubbliche indipendentiste di Abkhazia e Ossezia del Sud, formalmente in territorio georgiano ma abitate da popolazioni russofone. Continua a leggere