Vertice Italia-Russia: intesa per investimenti da 1 miliardo di euro

Dal vertice intergovernativo in corso a Trieste, Italia e Russia escono più vicine dal punto di vista commerciale e industriale: alla presenza del premier Enrico Letta e del presidente russo Vladimir Putin, il Fondo Strategico Italiano (FSI) e il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF) hanno siglato un memorandum d’intesa per la costituzione di una piattaforma di investimenti da un miliardo di euro a sostegno di progetti economici italiani e russi. Sia il FSI che il RDIF metteranno sul piatto 500 milioni di euro ciascuno, che saranno diretti ad aziende con progetti finalizzati a dare una spinta decisa all’interscambio commerciale e ad accrescere gli investimenti diretti italo-russi. “La piattaforma per gli investimenti italo-russi – ha dichiarato il presidente del Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, Kirill Dmitriev – aiuterà in maniera significativa a rafforzare la cooperazione commerciale e industriale tra Italia e Russia”. Al momento, secondo quanto riferito da Dmitriev, sono circa 500 le aziende tricolore che operano sul mercato russo, e circa 70 hanno unità produttive in loco.

Il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti è stato creato nel giugno del 2011 ed è controllato al 100% dalla banca statale Vnesheconombank, con il compito di sostenere gli investimenti nel tessuto economico russo. Il Fondo Strategico Italiano è invece una holding il cui pacchetto di maggioranza è di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti: il suo compito è quello di un investore a medio termine in imprese che cercano di espandere le loro attività e rafforzare la propria posizione sul mercato interno e in quello estero.

Annunci