Mosca programma un’imponente esercitazione aeronavale sul Baltico

Le forze navali e aeree appartenenti alla Flotta del Baltico russa saranno impegnate il prossimo 8 agosto in una serie di esercitazioni tattiche su larga scala nell’enclave russa di Kalingrad: secondo quanto riferito dai vertici militari russi, il programma prevede l’impiego di almeno 500 uomini, dislocati su navi da guerra e di supporto, aerei da combattimento e incrociatori. L’aviazione sarà la grande protagonista dei “giochi di guerra” sul Baltico: le navi, che svolgeranno esercitazioni riguardanti la difesa aerea, interagiranno sia con i mezzi aerei della Marina e che con quelli dell’aeronautica, nello specifico i nuovi caccia Sukhoj Su-27 (che molti esperti militari ritengono i più temibili “concorrenti” degli F-35, in dotazione alle forze NATO), e i bombardieri tattici Sukhoj Su-24, che simuleranno azioni d’attacco su obiettivi terrestri. 

Previste anche azioni di terra, che coinvolgeranno guastatori, genieri e sminatori, che avranno il compito di simulare la bonifica di un campo minato. I mezzi anfibi Shabalin e Kaliningrad saranno a loro volta impegnati in azioni di combattimento, finalizzate allo sbarco di due compagnie d’assalto, coadiuvate dalla copertura aerea di truppe di paracadutisti, che saranno impegnate nella conquista di aree costiere e della sua difesa.

Le acque antistanti l’ex Prussia Orientale saranno dunque solcate da un considerevole dispiegamento di forze aeronavali, che Mosca giustifica come un viatico alle celebrazioni per il centenario dell’Aeronautica militare russa, in programma per il prossimo 12 agosto. Ma non può sfuggire che le esercitazioni si svolgeranno proprio a poche decine di chilometri dall’area, in territorio polacco, dove saranno installati i missili intercettori dello scudo di difesa Usa, da tempo pomo della discordia tra il Cremlino e la Casa Bianca.

Annunci