Saipem costruirà piattaforme estrattive navali in Russia

Una piattaforma navale Saipem

La Saipem sarebbe in procinto di stipulare un’alleanza con il colosso russo della cantieristica navale OSK: l’obiettivo sarebbe la creazione di una joint-venture per la progettazione di piattaforme navali per l’estrazione offshore di gas e petrolio. La notizia, riportata dal quotidiano economico Kommersant, è stata confermata dai vertici dell’azienda russa, senza però fornire dettagli sulla futura struttura azionaria della società.

Secondo il Kommersant, che cita fonti molto vicine alla OSK, la joint-venture verrà costituita a breve e sarà operativa entro la fine del 2011: si tratterà di una società di engineering di medie dimensioni, con circa 60 dipendenti operanti tra Mosca e San Pietroburgo.

Con questo accordo Saipem, società del Gruppo ENI leader nelle attività di perforazione e di costruzione di impianti sottomarini per il trasporto di gas e petrolio, rafforza ulteriormente la propria presenza in Russia: l’azienda italiana è stata infatti parte attiva nella costruzione del gasdotto North Stream, che da domani trasporterà il gas russo in Europa sotto le acque del Mar Baltico, ed è impegnata anche nella realizzazione dell’oleodotto Sakhalin-II nell’Estremo Oriente russo.

Annunci