Putin candidato al Premio Nobel. Quello cinese.

Vladimir Putin

Vladimir Putin è tra i candidati al Premio Confucio per la Pace, l’alternativa cinese al Premio Nobel: la notizia è riportata dal portale d’informazione cinese sina.com. Il Premio Confucio fu istituto di punto in bianco nel 2010 dal governo di Pechino, appena due giorni prima che il dissidente cinese Liu Xiaobo venisse premiato con il Nobel per la Pace: fin troppo chiara l’intenzione della Cina di boicottare quella contestatissima decisione con un proprio premio di cartapesta.

Per la cronaca, a contendere il Premio Confucio al Primo Ministro russo saranno il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il Presidente sudafricano Jacob Zuma, l’ex Segretario dell’Onu Kofi Annan e il fondatore di Microsoft Bill Gates.

Nello scorso mese di luglio Putin era stato premiato in Germania con il Premio Quadriga 2011, onorificenza consegnata annualmente in occasione dell’anniversario dell’unificazione tedesca: tuttavia, le numerose proteste scatenatesi per questa decisione, a causa del suo passato nel Kgb e delle attività spionistiche nell’allora DDR, costrinsero i promotori del Quadriga ad una imbarazzata marcia indietro.

Secondo molti, dietro la controversa scelta di consegnare il Quadriga a Putin, c’era in realtà l’obiettivo di Berlino di rafforzare ulteriormente l’asse energetico con Mosca, ben simboleggiato dal gasdotto North Stream, alla cui costruzione hanno partecipato anche aziende energetiche tedesche.