Russia primo mercato automobilistico europeo nel 2014

AvtoVAZ Lada Kalina: con 31.000 modelli è la più venduta in Russia nel primo trimeste 2011

Sono lontani anni luce i tempi in cui in Russia le auto rappresentavano un privilegio per i soli funzionari della nomenklatura sovietica: in vent’anni il paese è diventato il terzo mercato automobilistico d’Europa, ma il suo trend di crescita è così rapido che nel 2014 conquisterà la prima posizione per numero di autovetture vendute. Parola del ministro dell’Industria di Mosca, Viktor Khirstenko, che ha auspicato che la graduale conclusione della politica delle rottamazioni lasci il posto ad una fase caratterizzata da una crescita di mercato dovuta al semplice rapporto tra  domanda e offerta.

Il riferimento del ministro dell’Industria è al programma di ecoincentivi, varato nel 2008 dal governo russo per sostenere la domanda interna di automobili, che ha ottenuto subito un positivo riscontro da parte dei cittadini permettendo di rinnovare l’obsoleto ed inquinantissimo parco-auto nazionale.

A marzo 2011 il mercato automobilistico russo ha registrato un clamoroso exploit, con un +77% rispetto ai dodici mesi precedenti. Le preferenze sono andate ancora al prodotto nazionale, visto che le AvtoVAZ (182mila, +83% di aumento in un anno) sono state le macchine più vendute nel primo trimestre dell’anno, seguite da General Motors (43mila e +63% sul 2010), Volkswagen (37mila, con aumento dell’81%), Renault Chevrolet (entrambe 31mila, ma con un +93% della casa francese rispetto al 2010 contro un +51% di Chevrolet).

Vedi anche:
Fiat produrrà 300mila veicoli all’anno in Russia
Fiat progetta la prima auto “compatta” russa