Bielorussia, l’EurAsEc stanzia 3 miliardi di dollari

Prima boccata d’ossigeno per la Bielorussia: il fondo anticrisi dell’EurAsEc (la Comunità Economica Euroasiatica formata da Russia, Bielorussia, Kazakhstan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan) ha approvato lo stanziamento di un prestito da 3 miliardi di dollari per aiutare Minsk a stabilizzare la propria economia, in piena crisi da quando lo scorso 23 maggio il governo ha disposto la svalutazione del rublo locale.

L’annuncio è stato dato ieri da Dmitri Peskov, portavoce del premier russo Vladimir Putin, il quale ha specificato anche alcuni dettagli tecnici dell’operazione: il prestito verrà erogato nell’arco di tre anni, con 1,2 miliardi di dollari versati durante il primo anno di intervento, 800 milioni di dollari erogati nel secondo anno ed 1 miliardo di dollari nel terzo. Successivamente l’agenzia ITAR-TASS ha specificato che il prestito verrà erogato in sei tranches, di cui la prima, da 800 milioni di euro, entro 10 giorni, e le restanti cinque all’avvio di singole misure programmatiche stabilite per rilanciare l’economia della nazione.

Naturalmente, questi soldi non basteranno da soli a far fronte alla crisi valutaria ed economica che ha colpito la Bielorussia: Minsk infatti aspetta ora un responso anche dal Fondo Monetario Internazionale, i cui inviati sono da qualche giorno nella capitale bielorussa per valutare gli interventi che il governo del premier Mjasnikovic dovrà  attuare in cambio dell’erogazione di un maxiprestito da 8 miliardi di dollari. Il Fmi, che già domani potrebbe annunciare il via libera allo stanziamento, come garanzia chiede infatti un pacchetto di riforme in grado di rendere l’economia bielorussa più dinamica: più spazio alle attività private e drastico ridimensionamento del ruolo dello Stato nel sistema produttivo.

Stessa richiesta è giunta nei giorni scorsi dalla Bers, che ha vincolato l’avvio di nuovi progetti di sviluppo in Bielorussia alla dismissione dei numerosi asset economici pubblici in settori strategici, quali chimica, energia e motori.

Annunci