La Russia in festa ricorda la vittoria sul nazismo

Truppe russe sfilano a Mosca

Come ogni anno, la Russia ha celebrato il Giorno della Vittoria sul nazismo con la tradizionale parata militare del 9 Maggio sulla Piazza Rossa: quella del 2011 sarà ricordata come quella con il maggior numero di truppe, circa 20mila, che hanno sfilanto dinanzi al palco d’onore dove siedevano il presidente Dmitrj Medvedev ed il premier Vladimir Putin. Il Capo dello Stato  ha rivolto un messaggio di saluto ai soldati  e soprattutto ai veterani, indicandoli come l’orgoglio della nazione per aver non solo vinto la guerra, ma per aver portato il paese nel giro di pochi anni dalla rovina ai grandi traguardi in campo scientifico, in primis la conquista dello spazio, e culturale.

E anche quest’anno, come ormai succede dal 2005 quando l’evento è stato istituito, la parata militare è stata per Mosca un’occasione per mostrare al mondo la propria potenza militare: con uno stile di epoca sovietica in occasione dell’anniversario della Rivoluzione d’Ottobre e del Primo Maggio, gli spettatori assiepati sulle tribune della Piazza Rossa hanno assistito al passaggio di carri armati (i cui cingoli erano stati accuratamente gommati per evitare danni al selciato), elicotteri da guerra, veicoli blindati e unità mobili per il lancio dei missili balistici intercontinentali Topol-M. Nessuna sfilata invece per i Bulava, i nuovi ICBM che le forze armate russe stanno testando e che dovrebbero entrare a breve in funzione. La novità di quest’anno invece sono stati invece i 200 ufficiali dei Corpi Spaziali russi, che si sono uniti alla marcia.

Le stesse Forze Armate, oggi protagoniste della scena, domani saranno oggetto di una riforma epocale, volta ad ammodernarle non solo dal punto di vista della dotazione bellica, ma anche e soprattutto del loro ruolo nel XXI secolo. Un’ Armata Russa che nei progetti del Cremlino dovrà avere meno uomini ma più professionisti: dunque più piccola in fatto di numeri ma composta da elementi di maggior qualità, e capace quindi di essere utilizzata senza problemi nei contesti più disparati.

La vittoria nella Grande Guerra Patriottica è stata celebrata comunque in tutta la Russia: almeno un centinaio sono state le parate tenute in ogni angolo del paese. A Vladivostok, nell’estremo oriente russo, hanno sfilato per le strade della città un migliaio di militari, inclusi i cadetti della Flotta del Pacifico, le cui unità navali hanno anche effettuato una dimostrazione per il pubblico nelle acque antistanti il porto, mentre a Novosibirsk protagonisti sono stati i mezzi militari utililizzati durante la Guerra.

Anche in altre repubbliche ex sovietiche è stata celebrata la vittoria sovietica contro Hitler. Tuttavia, in Ucraina violenti scontri tra polizia e ultranazionalisti vicini ai movimenti neonazisti hanno funestato le cerimonie commemorative a Kiev.

Annunci