Missili antiaereo S-300 promessi alla Bielorussia

Una batteria missilistica antiaereo S-300

Una batteria missilistica S-300

La Russia fornirà alla Bielorussia ulteriori batterie missilistiche antiaereo S-300 Triumph, al fine di rafforzare la difesa dello spazio aereo nord-occidentale: lo ha annunciato il  ministro della difesa russo Anatolj Serdjukov al termine di un vertice con il suoi omologhi bielorusso e ucraino tenuto ieri a Minsk.
Già nel febbraio 2009 Mosca e Minsk avevano firmato un accordo per la creazione di una rete regionale integrata di difesa aerea.
L’S-300 è un sistema di difesa missilistico progettato per proteggere grandi impianti industriali e strutture amministrative contro gli attacchi di aerei nemici. E’in grado di distruggere aerei nemici a una distanza di circa 150 chilometri.

I due paesi hanno inoltre annuniciato l’avvio di un programma di esercitazioni militari congiunte, a cui parteciperà anche l’Ucraina, come ha comunicato il ministro della difesa di Kiev, Jekshel.

Sembrano dunque superate le forti divergenze che circa un anno fa portarono Russia e Bielorussia alle soglie della rottura diplomatica. Allora l’oggetto del contendere furono le forniture di gas che Minsk rifiutava di pagare, e soprattutto la clamorosa retromarcia di Lukashenko a proposito del riconoscimento delle repubbliche indipendentiste dell’Abkhazia e dell’Ossezia del Sud.

Vedi anche
Teheran-Mosca, tensione sui missili antiaereo S-300