Sochi 2014 all’insegna dell’edilizia ecocompatibile

Una mascotte di Sochi 2014

Le principali imprese di costruzioni che nei prossimi mesi saranno impegnate nella realizzazione degli impianti sportivi per le Olimpiadi invernali di Sochi hanno firmato ieri una dichiarazione congiunta, in cui si impegnano a rispettare l’ecosistema locale durante l’edificazione delle varie infrastrutture, dando così seguito ad una specifica raccomandazione dell’UNEP, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente. Tra i firmatari nomi come Gazprom, le Ferrovie Russe e le amministrazioni locali. Molto soddisfatto Dmitrij Chernyshenko, presidente del Comitato Organizzatore, che ha sottolineato come questa prova d’esame internazionale rappresenti una occasione unica per la Russia, dove solo di recente si è cominciato ad applicare standard “verdi” alle costruzioni.

Nei mesi scorsi gli ambientalisti russi avevano sollevato perplessità sui piani urbanistici previsti per l’intera regione di Sochi, evidenziando il rischio di un abuso colossale sull’ecosistema locale. Ad inizio marzo poi il WWF aveva denunciat0 l’arresto illegale di alcuni militanti, rei di aver organizzato un picnic di protesta nei pressi della residenza del governatore di Krasnodar, per sensibilizzarlo sui problemi ambientali in vista del grande evento sportivo del 2014.

Vedi anche
Il WWF Russia denuncia l’arresto di propri attivisti
Tre mascotte ufficiali per le Olimpiadi di Sochi 2014
Olimpiadi di Sochi, la mitologia diventa mascotte?

Annunci