“Monopolista”, nei guai il colosso siderurgico Severstal

Laminati di acciaio

Il Servizio Federale Antimonopolio russo ha aperto un’indagine sul colosso siderurgico Severstal, dopo che l’azienda automobilistica AutoVAZ ne aveva denunciato il regime di monopolio nella produzione di laminati in acciaio, che le avrebbe permesso di aumentare considerevolente il prezzo della materia prima per il settore automotive.
L’Antitrust vuole capire se Severstal effettivamente abbia posto in essere, verso l’industria motoristica russa, una sorta di monopolio delle forniture di acciaio laminato, fondamentale per la realizzazione della carrozzeria delle auto. “Ciò che ci interessa – fanno sapere dall’Antitrust – è la scarsa trasparenza impiegata nello stabilire i prezzi del laminato”.

Poche settimane fa Putin aveva chiesto un’indagine rapida, che non comportasse uno stop alla produzione nelle fabbriche. Oggi al premier ha risposto il vicepresidente dell’Autority, Andrej Keshevarov, che ha promesso una conclusione dell’indagine in meno di un mese.

Severstal è considerato uno dei più grandi colossi mondiali della siderurgia: controlla numerose acciaierie sparse per il pianeta, tra cui quelle di Piombino del Gruppo Lucchini, di cui dal 2005 controlla il pacchetto di maggioranza.

Annunci