Il circo della Formula Uno ha un nuovo pilota: Putin

Vladimir Putin alla guida della monoposto F1 (Fonte: Ria Novosti)

Lo show motoristico tenutosi quest’ultimo weekend a San Pietroburgo ha visto come insolito protagonista il premier russo Vladimir Putin: abbandonata ormai l’immagine machista e le tute mimetiche, Putin ha  scelto stavolta un look da sportivo, in particolare da pilota di Formula Uno, e ha voluto addirittura provare l’ebbrezza di guidare una monoposto.

Indossato un casco che mostrava l’effigie dell’aquila imperiale russa e la scritta Rossija (Russia), Putin è salito sulla macchina, una Renault gialla, e, dopo una breve formazione,  ha iniziato a percorrere la pista sul circuito, compiendo diversi giri e arrivando anche a raggiungere i 240 km/h.

Con la sua esibizione, il premier ha voluto celebrare l’entrata della Russia nel club dei paesi che ospitano il campionato mondiale di Formula Uno sulle loro piste: tra il 2014 e il 2020 il Grand Prix di F1 farà infatti tappa in Russia sul nuovo circuito in costruzione a Sochi, città scelta anche come sede delle prossime olimpiadi invernali del 2014.

Dmitrij Medvedev con Bono degli U2

Da un punto di vista strattamente personale, Putin sta cercando di dare un’ immagine di sè più moderna e meno vicina a quella di ex uomo d’apparato che ne ha caratterizzato la presidenza: il premier sente sempre di più la concorrenza del presidente Dmitrij Medvedev, suo possibile sfidante alle presidenziali del 2012, che sta guadagnando forti simpatie nelle fasce più giovani dell’elettorato russo grazie alla sua passione sia per internet (comunica attraverso il suo blog, e ha un profilo sia su Facebook e che su Twitter) che per la musica rock, tanto che la scorsa estate, in occasione del concerto moscovita degli U2, ricevette per un tè  Bono Vox, con cui discusse di problemi sociali ma anche del suo debole per l’hard rock.

Annunci