La Russia acquisterà veicoli militari IVECO

Un modello IVECO LMV M65

Una delegazione italiana guidata dal viceministro della Difesa Guido Crosetto terrà domani una serie di colloqui bilaterali con il viceministro della Difesa russo Popovkin, che avranno come oggetto la cooperazione tecnico-militare tra Italia e Russia.
Molto probabilmente sul tavolo dei colloqui verrà discusso un accordo per la fornitura di veicoli militari italiani alle forze armate di Mosca: secondo il quotidiano Kommersant, il Ministero della Difesa russo sta infatti progettando con la IVECO una linea di assemblaggio per produrre in Russia veicoli tattici LMV M65, già impiegati in Iraq ed in Afghanistan dalle forze NATO, e considerati dai russi un ottimo mezzo per garantire agli equipaggi un alto livello di protezione dalle mine anticarro.

Il ministro della Difesa russo Serdjukov, del resto, a settembre aveva vincolato l’acquisto dei mezzi IVECO all’accordo sulla creazione di una linea produttiva comune in Russia. Secondo alcune fonti ministeriali, i rappresentanti della holding statale Rostechnologii stanno già trattando con IVECO la costituzione della joint-venture italo-russa, che dovrebbe avere una capacità minima di produzione di 500 veicoli militari all’anno: domani, probabilmente, verrà definito l’accordo di cooperazione.

La Difesa russa ha programmato una spesa di circa 30 miliardi di rubli (circa 1,3 miliardi di euro) per acquistare 278 mezzi militari IVECO nel 2011 e nel 2012, e potrebbe arrivare a 458 veicoli all’anno nel 2013 e nel 2014.

Annunci