Un radio-faro all’origine dell’incidente di Smolensk?

I rottami del Tupolev 154

I rottami del Tupolev 154 a Smolensk

L’incidente aereo di Smolensk, in cui lo scorso 10 aprile morirono 96 persone, tra cui il presidente polacco Lech Kaczynski ed alti esponenti delle istituzioni nazionali, potrebbe essere stato provocato dall’errato posizionamento a terra di un radio-faro: lo sostiene Rafal Rogaski, uno dei legali dei familiari delle vittime della tragedia.

Secondo la versione esposta alla stampa, uno dei radio-fari dell’aeroporto di Severnij, utilizzati come indicatori dagli aerei in atterraggio al vicino aeroporto di Smolensk, era 650 metri oltre la posizione contrassegnata sulle mappe a bordo del Tupolev su cui viaggiava Kaczynski: lo avrebbe rivelato un membro dell’equipaggio dell’aereo che trasportava a Smolensk i giornalisti polacchi al seguito della delegazione presidenziale, atterrato un’ora prima dello schianto del Tupolev, secondo cui le mappe in possesso dell’aviazione polacca indicavano un errato posizionamento a terra del radio-faro.
“Se ciò venisse provato – afferma Rogaski – avrebbe un’enorme importanza riguardo alle decisioni prese dai piloti durante la manovra d’atterraggio”.

Tuttavia, c’è disaccordo sulla teoria esposta dall’avvocato Rogaski. Secondo il quotidiano Rzeczpospolita, che cita testimonianze raccolte da un altro pilota, anche se il radio-faro fosse stato collocato oltre il punto in cui era effettivamente indicato, ciò non avrebbe potuto condizionare la manovra d’atterraggio: “Anche se i piloti del Tupolev non avessero visto il radio-faro, essi sapevano che era lì a pochi metri – afferma il pilota -, per questo non dovevano scendere sotto i cento metri d’altitudine se non riuscivano a vedere la pista”.

Non è la prima volta che la causa del disastro viene collegata al radio-faro di Severnij: in precedenza, i media polacchi avevano riportato la notizia che un malfunzionamento del radiofaro avrebbe provocato l’invio di segnali ad intermittenza, così da disorientare i piloti dell’aereo presidenziale.

Annunci