Komorowski o Kaczynski: la Polonia chiamata a scegliere

Komorowski e Jaroslaw Kaczynski

I due sfidanti: Komorowski e Kaczynski

Turno di ballottaggio in programma domani in Polonia: gli elettori sono chiamati a decidere chi, tra Bromislaw Komorowski e Jaroslaw Kaczynski, sarà il loro nuovo presidente per i prossimi cinque anni. Il primo turno, tenutosi due settimane fa, ha visto prevalere il favorito Komorowski con il 41% dei consensi, contro il 36% di Kaczynski.

Si tratta di una sfida tutta all’interno della destra polacca, quella liberale di Komorowski e quella nazionalista di Kaczynski: secondo gli ultimi sondaggi, Komorowski sarebbe ancora il favorito nella corsa alla presidenza, ma il margine di vantaggio con Kaczynski sarebbe minimo.

Regna dunque una grande incertezza, legata anche alle preferenze di voto degli elettori di Grzegorz Napieraski, candidato della sinistra democratica, che al primo turno aveva ottenuto un inatteso 14%: sia Komorowski che Kaczynski, durante queste due settimane, hanno corteggiato  l’elettorato di sinistra con dichiarazioni molto lontane dai loro canonici slogan.

Komorowski ha chiuso la campagna elettorale promettendo di dotare la Polonia di una moderna rete autostradale nei suoi primi 500 giorni di governo, mentre Kaczynski, le cui posizioni anticomuniste sono arcinote, ha speso addirittura parole di elogio per Edvard Gierek, leader comunista della Polonia negli anni Settanta, definito addirittura “un patriota”, grazie al quale il Paese visse un breve periodo di boom economico.