Otunbajeva accusa Bakiev jr. di fomentare gli scontri

Devastazioni in Kirgyzstan

Devastazioni in Kirghizistan dopo gli scontri

Maksim Bakiev, figlio dell’ex presidente kirghizo Kurmanbek Bakiev, è stato arrestato lunedì sera all’aeroporto di Farnborough, nel sud dell’Inghilterra. Bakiev jr. era ricercato dall’Interpol con l’accusa di appropriazione indebita di capitali: avrebbe sottratto quasi 35 milioni dai 300 del prestito accordato da Mosca al governo del suo paese.

Ma per Maxim Bakiev è pronta un’accusa ancor più grave: il governo provvisorio kirghizo ne ha chiesto l’estradizione per processarlo come organizzatore e finanziatore degli scontri che da giovedì scorso insanguinano il sud del paese, e che finora hanno provocato quasi 200 morti e più di 1800 feriti.
Il premier Otumbajeva ha dichiarato che il suo governo intende mettere sotto accusa Bakiev jr. per attività terroristica ed anti-governativa, e sta già raccogliendo le prove da inviare in Inghilterra per richiedere l’estradizione.
Giusto ieri, in una dichiarazione alla stampa, l’ex presidente Bakiev aveva ribadito la totale estraneità della sua famiglia alle sommosse ad Osh e Jalalabad, definendo le accuse di complicità con i rivoltosi “prive di ogni fondamento” .

Annunci